Finanziamenti per le start up: come accedere?

prestiti-startup

Le start up, nel momento della loro nascita, possono fare affidamento su particolari finanziamenti che permetteranno loro di poter operare in maniera tranquilla e senza alcun tipo di problema.
Ecco in cosa consistono questi particolari tipi di finanziamenti e come si possono ottenere in maniera rapida e veloce.

 

I due tipi di finanziamenti per start up

Esistono due particolari tipologie di finanziamenti che, un imprenditore che intende avviare una nuova start up, potrà sfruttare al massimo.
Il primo di essi è quello che risulta essere di tipo regionale oppure europeo: essi risultano essere in grado di offrire il contante in maniera praticamente immediata ma, per poter sfruttare i suddetti, risulta essere necessario cercare di vincere il bando della gara che viene proposto dagli enti governativi che appunto creano tale tipologia di fondo.
Quelli offerti dalle banche generalmente non hanno dei vincoli, ovvero non richiedono il raggiungimento di determinati obiettivi: essi, però, risultano essere particolarmente complessi da ottenere, visto che bisogna superare alcuni requisiti utili per poterli conseguire.

 

A chi sono rivolti questi particolari fondi

Bisogna sottolineare che, i fondi per le start up, risultano essere abbastanza differenti tra di loro: un giovane imprenditore deve infatti cercare attentamente le caratteristiche che rendono unico il suddetto tipo di finanziamento.
Generalmente, nei bandi e concorsi, risulta essere possibile poter riuscire ad ottenere delle informazioni che riguardano la tipologia di fondo: pertanto risulta essere essenziale cercare di informarsi in maniera attenta, per evitare degli errori.
Da aggiungere ovviamente che, nella maggior parte dei casi, i bandi regionali sono dedicati ai giovani che non hanno superato una determinata soglia d’età e all’imprenditoria femminile, che viene agevolata continuamente da tale tipologia di iniziative.
Inoltre risulta essere essenziale capire se, la start up che si vuole avviare, operi in quel determinato settore per il quale risulta essere disponibile quel particolare tipo di fondo.
Ottenendo tali informazioni sarà possibile riuscire ad evitare degli errori che risultano essere tutt’altro che piacevoli da affrontare in questo frangente.

 

L’importo dei vari finanziamenti

I finanziamenti per le start up risultano essere differenti nel loro complesso: esistono quelli totali, che generalmente sono offerti dalle banche e che coprono ogni tipologia di spesa di avvio dell’attività, così come quelli a fondo perduto.
Essi risultano essere particolari visto che, generalmente, coprono solo in cinquanta percento delle spese totali e non devono essere restituiti, visto che appunto sono a fondo perduto.
In altre occasioni bisogna sottolineare che, tale tipologia di finanziamenti, potrebbero avere caratteristiche ulteriormente differenti: anche in questo caso, per evitare amare sorprese, risulta essere importante cercare di capire quali sono le caratteristiche dei suddetti finanziamenti.
Da aggiungere che, a seconda dell’ente al quale ci si rivolge, risulta essere differente il metodo di richiesta.
Bisogna quindi dire che, per le banche, ci si deve recare con tutti i dati della start up per fare in modo che, l’ente, eroghi il finanziamento senza alcun tipo di complicazione mentre, fondi regionali ed europei, necessitano della partecipazione al bando che offre la possibilità di poter accedere ed ottenere i suddetti fondi.

Comments are closed