Prestito 2000 euro: richiedere piccoli prestiti o carte revolving?

piccolo-prestito-2000

I prestiti da 2000 euro sono considerati molto spesso come un valore di confine, in quanto banche e istituti finanziari possono considerarli come somma massima di un piccolo prestito, intermedia per la concessione di un fido e minima per altre forme di credito personali.
La necessità di disporre di liquidità finanziaria per far fronte a spese impreviste o per realizzare progetti di lieve entità, può essere soddisfatta non solo tramite i prestiti diretti ma anche attraverso le carte revolving. Semplice da ottenere e flessibile, permette di avere una riserva di denaro prefissata, da rimborsare attraverso rate di piccolo importo, secondo modalità e tempi stabili nel contratto. Rappresenta un vero prestito, che prevede anche l’applicazione di interessi sulle somme utilizzate. Le carte revolving non sono prestiti finalizzati e possono essere ottenuti sena necessariamente avere la busta paga e inoltre non prevede costi fissi qualora non vengano utilizzate.

 

Prestiti 2000 euro: tassi fissi elevati

I prestiti da 2000 euro essendo di valore esiguo vengono concessi in maniera più veloce rispetto a somme più importanti, in genere anche la fase di istruttoria per valutare le capacità di rimborso del cliente non richiede ricerche molto approfondite e i tempi di approvazione sono rapidi. A fronte di tale versatilità, sono previsti dei tassi di interesse fissi che sono abbastanza elevati. Infatti, essi tendono a salire quanto più elevate sono gli importi richiesti, ciò inevitabilmente rende i tassi per prestiti da 2000 euro sicuramente tra i meno convenienti. Un altro svantaggio legato a prestiti di importo contenuto è legato al fatto che le banche molto spesso non li concedono o non li prevedono nella loro offerta finanziaria, così come anche gli istituti di credito che iniziano a erogare prestiti per valori superiori.
Un’eccezione è rappresentata da Cofidis la quale per i prestiti fino a 5000 euro, non richiede nessun tipo di spesa legati all’istruttoria di apertura della pratica, né costi aggiuntivi a fronte di una rata di rimborso fissa per l‘intera durata del prestito, rimborsabile anche in 72 mensilità.
Tra gli altri istituti di credito che concedono prestiti personali per importi anche inferiori a 2000 euro: Findomestic. La quale non prevede costi e spese accessorie, istruttoria e gestione rata, che può essere modificata senza costi, ma li concede a titolari di conto corrente e persone di età compresa tra i 18 e 75 anni.