Prestito 25000 euro: quale la soluzione migliore?

prestito-25000

Il periodo attuale è particolarmente vantaggioso per chiunque intenda ottenere un prestito, per via di tassi d’interesse più bassi rispetto al passato e condizioni convenienti definite dagli enti creditizi. Una somma pari a 25000 euro può essere utile a famiglie e privati per implementare dei progetti, come la sostituzione dei mobili casalinghi o l’acquisto di una vettura più capiente, ma può essere richiesta anche da un’impresa o da un gruppo di giovani desiderosi di iniziare una nuova attività aziendale.

 

Il micro-credito

Il micro-credito è un finanziamento destinato a piccole e medie imprese per sviluppare le capacità dell’azienda già esistente, ma può essere richiesto anche per iniziare un lavoro autonomo e per realizzare una nuova idea imprenditoriale. Chi volesse richiedere un importo di 25000 euro per queste finalità, può usufruire delle opportunità messe a disposizione dal Fondo di Garanzia, lo strumento istituzionale attivato dallo Stato per andare incontro alle esigenze delle aziende. Informandosi anche a livello territoriale, si potranno trovare delle proposte delle Regioni e dei Comuni, con le quali si potrà accedere ad ulteriori finanziamenti, alcuni dei quali potranno essere anche a fondo perduto, come quelli dedicati a specifiche categorie di richiedenti (ad esempio, donne o giovani).

 

I prestiti personali

Una somma di 25000 può essere richiesta anche da famiglie, utilizzando la soluzione del prestito personale. Si tratta di una liquidità erogata dall’istituto di credito senza che sia necessario presentare alcuna documentazione su come verrà impiegato il capitale (quindi nessun preventivo o rendicontazione). La somma potrà essere restituita tramite il pagamento di frazionamenti mensili, il cui importo viene definito in base al piano di ammortamento selezionato: questo potrà includere un tasso fisso, variabile o misto. Quello variabile è attualmente molto conveniente, ma presenta il rischio di un rialzo futuro della percentuale; chi invece preferisce la certezza di un importo sempre costante, potrà scegliere di ripagare la somma ricevuta con l’opzione del tasso d’interesse fisso.

 

Prestiti INPS

Somme di 25000 euro potranno essere richieste dai pensionati e dai dipendenti pubblici rivolgendosi all’INPS, l’istituto di previdenza sociale italiano. Grazie a delle condizioni vantaggiose, il TAN ed il TAEG delle proposte dell’INPS (es INPDAP) sono degne di considerazione: oltre a tassi inferiori alla media, si potranno scegliere durate del prestito che superano anche i 10 anni.