Prestito 3000 euro: migliori opzioni di finanziamento

prestito-3000

A qualsiasi persona, in un momento imprecisato della sua vita, capiterà la necessità di avere una certa somma di denaro per poter finanziare un proprio progetto o per raggiungere un obbiettivo.
Spesso l’obbiettivo prefissato, per essere raggiunto, ha bisogno di una piccola somma di denaro che però non è a disposizione dell’interessato.
È per questo motivo che diverse agenzie di credito negli anni hanno cercato di adattarsi alle richieste degli utenti, elargendo prestiti di sempre più piccole dimensioni.
Una delle somme più richieste è quella di 3000 euro, come mai?

 

Il prestito da 3000 euro

La cifra di 3000 euro è una delle più richieste per dei motivi specifici.
Innanzitutto, è una quantità di denaro abbastanza grande da poter permettere a qualsiasi persona di acquistare beni di media fascia, come elettrodomestici, automobili o beni per la casa.
Inoltre, è allo stesso tempo una somma bassa abbastanza da non scatenare delle conseguenti rate elevate e da evitare che i tassi di interesse creino un gap eccessivo al confronto con la somma effettivamente prelevata.
Come se non bastasse, è una cifra che fa da somma minima e somma massima per un finanziamento, in base al tipo di prestito che viene chiesto.

 

I tipi di prestito

Nella maggior parte dei finanziamenti classici, infatti, il minimo richiedibile è di 3000, in modo da non trovarsi impreparati anche nel caso di tassi d’interesse variabili.
Questi prestiti vengono spesso preferiti ad altri con somme più elevate perché le richieste in termini di reddito sono piuttosto basse e, tra i possibili beneficiari di questi finanziamenti, rientrano categorie con situazioni economiche precarie.
In altre tipologie di prestito, invece, 3000 euro è la somma massima richiedibile.
Questo avviene principalmente per prestiti indirizzati a determinate fasce d’utenza, come i tanti incentivati prestiti per giovani o anche i prestiti per anziani in determinate situazioni.
Con un prestito di 3000 euro con tasso di interesse al 7%, se pagato in un anno le rate mensili saranno uguali a 250 euro, una cifra sostenibile da buona parte dei lavoratori o dei pensionati.
Nel caso di studenti, le rate possono essere prolungate fino a 30 mesi, con un costo mensile nettamente più basso ma con un tasso d’interesse che andrà lentamente ad incrementare la somma da restituire.

 

Conclusione

In definitiva, un prestito di una piccola somma come quello da 3000 euro è un’ottima opzione di finanziamento nel caso in cui il richiedente non abbia intenzione di dover affrontare mensilmente una bella spesa in rate.
La somma è tuttavia equa e spesso è elevata abbastanza da permettere a chiunque di acquistare il bene d’interesse e per mettere da parte una piccola somma per altri obbiettivi, emergenze, o per non trovarsi in difficoltà coi pagamenti delle rate mensili.
I metodi di richiesta del prestito sono tanti, purché il reddito mensile sia abbastanza elevato o, in alternativa, si abbia un garante con un reddito che soddisfi i requisiti della banca a cui ci si è rivolti.